Sposarsi a San Giorgio

Parrocchia di S. Giorgio di Valpolicella
“S. Giorgio Martire”
Piazza della Pieve, 22
37015 S. Ambrogio di Valpolicella (Vr)
Tel 045.6861098
sangiorgiodivalpolicella@gmail.com

BENVENUTI!

Da decenni la Pieve di san Giorgio di Valpolicella è meta molto ricercata per la celebrazione di matrimoni. Siamo onorati che anche voi stiate pensando a questa possibilità. Proprio per questo vi invitiamo a leggere questo vademecum; è pensato non per spaventarvi e farvi desistere dal vostro desiderio, ma per permettervi di valutare se quanto la nostra comunità può offrirvi, faccia al caso vostro.

Buona lettura e tanti auguri!
Don Alessandro e la comunità parrocchiale di san Giorgio

Perché sposarsi a San Giorgio?

Prima di iniziare

PERCHÉ SPOSARSI A SAN GIORGIO?

L’indicazione della Chiesa è di celebrare il sacramento del matrimonio nella propria comunità parrocchiale: o quella di residenza del futuro sposo, o della futura sposa, o della futura residenza dei due. Questo per sottolineare l’importanza della comunità parrocchiale dentro la quale si vive normalmente la propria fede.

Il sacramento del Matrimonio, infatti, è un atto che nasce dalla fede, e la fede si alimenta nella propria comunità cristiana. La prima scelta per degli sposi cristiani dovrebbe fondarsi non tanto su motivi estetici o di migliore soluzione organizzativa, ma su un valore di principio. Per questo motivo è necessario che questa valutazione sia fatta di concerto con uno dei parroci della vostra residenza, e l’eventualità di celebrare il matrimonio fuori della propria parrocchia sia avallato dal suo consenso.

Peraltro, secondo le norme della Chiesa e in virtù del Concordato tra la Chiesa e lo Stato tale prassi è obbligatoria anche per le norme civile, tocca d’ufficio al parroco di residenza civile di uno dei due sposi preparare l’istruttoria matrimoniale”, che consiste in una procedura amministrativa-pastorale per la raccolta dei dati necessari e la verifica della fattibilità della celebrazione.

Per potersi sposare a San Giorgio, quindi, è necessario contattare per tempo il proprio parroco; qualora questi sia d’accordo alla celebrazione fuori parrocchia, si assume però contemporaneamente il compito di istruire la pratica matrimoniale, o di delegarla a un parroco (Il sacerdote che segue l’istruttoria matrimoniale deve essere parroco, e non la può seguire un sacerdote che non abbia questo ministero, o perché pensionato o perché adibito ad altre mansioni o perché appartenente ad un istituto religioso.) legato ai futuri sposi.
Senza questo impegno del parroco, il matrimonio a san Giorgio non può essere celebrato.

È opportuno, inoltre, che gli sposi invitino il proprio parroco a curare la loro preparazione immediata alla celebrazione, venendo egli stesso a celebrare il matrimonio. In caso di sua impossibilità, i futuri sposi sono chiamati a trovare un altro sacerdote che venga a celebrare il matrimonio. Può essere il prete conosciuto nel corso prematrimoniale, una persona conosciuta in altre circostanze, un amico di famiglia o parente. Importante è che la celebrazione del matrimonio sia curata da un sacerdote con cui ci sia un rapporto di stima e di confidenza già preesistente, o che possa nascere nel l’occasione del matrimonio. 
Senza un prete disponibile a venire a celebrare, il matrimonio a san Giorgio non può essere celebrato.

Prima di confermare la prenotazione della Chiesa di S. Giorgio, i futuri sposi quindi devono già:

  1. aver contattato uno dei due parroci di residenza dei futuri sposi; 
  2. avere il suo consenso a curare l’istruttoria matrimoniale;
  3. aver trovato un eventuale altro sacerdote disposto a preparare e presiedere la celebrazione del matrimonio.


Concretamente:

  • Prima di contattare la segreteria della parrocchia di San Giorgio gli sposi sono invitati a prendere contatto con il proprio parroco per una verifica del cammino di preparazione al matrimonio e per discutere con lui dell’opportunità di celebrare il matrimonio a San Giorgio, chiedendogli di seguire l’istruttoria matrimoniale ed eventualmente di venire a celebrare il rito.
  • Avuto il suo parere favorevole, si può contattare la segreteria (sangiorgiodivalpolicella@gmail.com) per presentare la richiesta di una data in base alle vostre esigenze. I volontari vi confermeranno l’eventuale disponibilità.
  • Una volta assegnata la data per il vostro matrimonio sarete contattati per organizzare un incontro di persona con voi per avviare le procedure necessarie e rispondere alle vostre esigenze. Solo al termine di questo incontro la data a voi assegnata viene considerata fissata.